Il bilancio dell’Unione Europea per i prossimi sette anni è stato definitivamente e agevolmente approvato dal Parlamento europeo, dopo il combattuto via libera del Consiglio europeo della scorsa settimana. Per arrivare a questo voto, si è reso necessario un intenso lavoro di trattative fra le due istituzioni, in cui l’Eurocamera ha spinto per alzare i finanziamenti in settori considerati vitali per il futuro dell’UE, dalla ricerca alla sanità pubblica.

Cosa c’è nel pacchetto finale
Il testo sul Quadro finanziario pluriennale (Qfp), concordato con il Consiglio a novembre, è stato approvato (548 sì, 81 no, 66 astenuti). Il presidente del Parlamento europeo David Sassoli lo ha definito «un bilancio storico per un momento storico» e il suo entusiasmo è comprensibile, visto che l’Eurocamera ha portato a casa tutte le sue battaglie più importanti.

Continua a leggere l’articolo di Vincenzo Genovese su Linkiesta Europea